La storia

Anconambiente nacque come Asmiu (Azienda Servizi Municipalizzati Igiene Urbana) nel 1973, per gestire i servizi di igiene urbana e la pulizia delle spiagge, del Comune di Ancona.

A metà degli anni ’90 l’Asmiu si trasformò in Azienda Speciale e mutò il suo nome in Anconambiente. Il Comune di Ancona le affidò allora il servizio delle pubbliche affissioni.

Nello stesso anno anche il Comune di Camerano scelse di affidare all’azienda dorica il servizio di igiene urbana.

Dal 1997 Anconambiente partecipa a progetti di collaborazione internazionale nei paesi dell’ex-Jugoslavia e Albania con l’intento di trasmettere il proprio know how alle agenzie residenti in loco e coadiuvare alla messa in atto dei servizi di igiene urbana.

Nel 2001 Anconambiente venne trasformata in Società per Azioni, a totale capitale pubblico. I Comuni di Castelfidardo e di Chiaravalle vollero assegnarle i servizi di igiene urbana.

Nel 2002 Anconambiente acquisì, per il Comune di Ancona, anche i servizi del catasto termico e la gestione e manutenzione della pubblica illuminazione, servizio questo erogato a partire dal 2003.

Anconambiente, configurandosi a questo punto già come una società di multiservizi, e disponendo di professionalità esperte e capaci oltre che di tecnologie utili allo scopo, decise di mettere a disposizione dei privati una offerta servizi commerciali: dall’autospurgo con videoispezione, allo svuotamento locali con ritiro rifiuti ingombranti, dalla prevenzione infestanti ai trattamenti del verde.

In questo stesso anno il Comune di Ancona ha consegnato ad Anconambiente la manutenzione di alcune aiuole, delle aree verdi spartitraffico e delle rotatorie.

Da settembre, in associazione temporanea d’impresa con Cam di Falconara e Astea di Osimo, si sono acquisiti i servizi di igiene urbana della città di Fabriano e, nello stesso anno, i Comuni di Castelfidardo e Fabriano sono diventati azionisti di Anconambiente.

Nel maggio 2004, in forza di Vitalia, l’Azienda viene chiamata a partecipare alla logistica dell’ultimo grande raduno a Loreto di Papa Woitila, al quale hanno partecipato oltre 350.000 fedeli provenienti da tutto il mondo. Sistemazione del terreno, disinfestazione e gestione delle autobotti con trasporto dell’acqua potabile sono alcune delle mansioni affidate ad Anconambiente che provvedette anche alla pulizia della vasta spianata di Montorso dopo l’evento. Nel rigido inverno seguente, Anconambiente ha messo a disposizione dei comuni soci, uomini e mezzi per soccorrere i cittadini nell’emergenza neve, liberando le strade e ripulendo i tetti dagli accumuli di neve.

E’ così che Anconambiente, ricevendo i complimenti delle massime autorità della protezione civile nazionale, ha formato una squadra di pronto intervento in grado di intervenire nelle emergenze, nelle calamità naturali o come supporto nei grandi eventi.

Nel 2004 la compagine sociale di Anconambiente contempla l’ingresso dei Comuni di Camerano, Cerreto d’Esi e Chiaravalle.

In questo stesso anno il servizio di pubblica illuminazione comincia la sua opera di riqualificazione della città di Ancona, dando il via anche alla serie monumentale e al quartiere del centro storico, il cui corso centrale (corso Garibaldi) viene acceso a dicembre 2004.

Nel 2005 è poi la volta della cattedrale di San Ciriaco, della restante parte del centro storico con corso Mazzini e le importanti piazze della Repubblica e Cavour, oltre alla mole Vanvitelliana e la statua di Traiano. Contemporaneo è il rifacimento dell’illuminazione di interi quartieri e delle strade di grande percorrenza che da Ancona portano alle frazioni.

A primavera del 2005 viene inserita sul territorio di Ancona la nuova figura dell’Ispettore Ambientale che vigila sul rispetto dei regolamenti comunali in materia di igiene ambientale.

A metà 2005 si introducono nuovi servizi: il soccorso stradale per la provincia di Ancona su strada ed autostrada per automobili e mezzi di grandi dimensioni e la rimozione auto. L’azienda dispone al proprio interno di un’autofficina meccanica per automezzi e di un parcheggio recintato e videosorvegliato dove vengono ospitati i mezzi rimossi.

Nel 2006 il Comune di Ancona affida ad Anconambiente la gestione dei servizi cimiteriali e delle lampade votive nei 13 cimiteri comunali, la gestione di altre aree verdi e la disinfestazione e derattizzazione del territorio comunale.

Nello stesso anno Anconambiente stipula una convenzione con la regione Marche che la vede diventare parte operativa della protezione civile.

Oggi Anconambiente è un’azienda multiutilities, dotata di mezzi all’avanguardia e di personale esperto e qualificato. Un’azienda moderna in grado di far fronte con estrema professionalità a tutte le esigenze della cittadinanza.